Radio Aut notiziario 1977

Notiziario del 24 agosto 1977  Radio Aut

Notizie Internazionali

Somalia

“Rompendo un silenzio che durava da una settimana il FLSO ha annunciato di aver messo fuori combattimento più della metà della terza divisione etiopica e di aver liberato vaste fasce dell’Agadeen. E’ stata una guerra lampo ed una rotta dell’esercito etiopico di proporzioni incalcolabili. Secondo fonti del FLSO i morti sarebbero un migliaio e 1500 i prigionieri. Come in Eritrea le vere vittime della rotta etiopica sono poveri contadini analfabeti mandati al macello in mezzo a popolazioni ostili”

Anniversari  Il 21 Agosto di 37 anni fa moriva Lev Davidovic Trotskij

“Il 21 Agosto di 37 anni fa moriva Lev Davidovic Trotskij, ucciso da Jakson Mornard, agente della Chepeù. Spariva con lui l’intero Politburo del partito bolscevico, uno degli ispiratori principali dell’Ottobre, fondatore dell’Armata Rossa, era stato condannato a morte in contumacia nella Russia stalinista. Con la morte di Trotskij si chiude una delle pagine più cupe e tragiche della storia russa, dopo la rivoluzione proletaria”.

E’ caduto ieri il 50° anniversario dell’assassinio degli anarchici Sacco e Vanzetti”.

Notizie Nazionali

Napoli  Petra Krause

“Quella di ieri è stata certamente per Petra Krause la giornata più lunga: le sue condizioni psico-fisiche si sono ulteriormente aggravate al settimo giorno di sciopero della fame. Intanto oggi la magistratura napoletana dovrebbe decidere se concederle o no la libertà provvisoria. Apprendiamo intanto che il P.C.I. di Napoli s’è rifiutato ufficialmente e seccamente di sottoscrivere l’appello per la scarcerazione di Petra, redatto dal Comitato nazionale per Petra Krause, adducendo motivazioni a dire poco idiote: non gli è piaciuta la fraseologia; è l’unico partito con pretese di democraticità a non averlo sottoscritto, ma d’altronde, si sa, i loro amici democristiani, i carnefici di Petra, l’avrebbero presa a male.

Domani, a Napoli, avrà luogo la manifestazione nazionale per la scarcerazione di Petra Krause. Hanno già aderito: Lotta Continua, PDUP-AO-Lega, Pdup-Manifesto, Partito Radicale,Partito Socialista (federazione milanese), Psichiatria Democratica, Medicina Democratica, Cristiani per il Socialismo, Soccorso Rosso di Napoli, Collettivo teatrale “La Comune”, Centro Studi Libertari, PCd’I (m-l), Gruppo anarchico “Kuisa Michael”, UILM di Napoli, CdF Necchi di Napoli, CdF Cementir, Lavoratori ospedale Maresca Torre del Greco, Centro Libertario di Ischia, Gruppo Anarchico “ Camillo Berberi”, Comitato “Ora e sempre Resistenza”.

La manifestazione è indetta sui seguenti obiettivi:

– Lottiamo a fianco di Petra Krause

– Contro la repressione in Italia e in Europa

– Contro la criminalizzazione del dissenso politico e sociale

– Contro le carceri speciali e la distruzione fisica e psichica dei detenuti politici

– Contro il patto criminale tra il governo svizzero e il governo italiano, che tiene ancora in galera la compagna Petra

– Per i diritto di Petra e di tutti ad essere militanti comunisti

– Per l’immediata scarcerazione di Petra Krause e per il suo diritto ad affrontare il processo nelle migliori condizioni fisiche e psichiche.

– Apprendiamo che la compagna Petra ha ottenuto la libertà provvisoria”.

Roma  Relazione del Ministro della difesa, Vito Lattanzio

“La relazione che il ministro della difesa, Vito Lattanzio ha fatto questa mattina alla Commissione Difesa del Senato è uno degli esempi storici di come la Democrazia Cristiana prende in giro la coscienza del popolo italiano.

Le responsabilità sono state scaricate genericamente sulla scarsa attenzione dei Servizi Segreti e su qualche carabiniere. Ecco, il colpevole sembra identificato in uno dei due piantoni, che, ha detto il ministro, già una volta fu ripreso per scarsa vigilanza. Ma per quello che riguarda la responsabilità di chi controlla i Servizi Segreti, di chi dirige i Carabinieri, del ruolo del ministero non abbiamo sentito che parole di discolpa.

Ma il balletto dell’ipocrisia va al di là dei democristiani, ieri mattina al Senato si ripristinava aria di accordo a sei. P.C.I. e P.S.I. continuano a dichiararsi insoddisfatti, a richiedere chiarimenti, a sottolineare le contraddizioni della versione governativa, ma poi si guardano bene dal trarne le conseguenze”.

Bologna Intellettuali francesi

“Chi vuol difendere il terreno e i territori della democrazia, deve preoccuparsi sin d’ora di difendere Bologna contro le spedizioni punitive che intellettuali francesi irresponsabili vanno proponendo per l’autunno, proponendosi come testa dello squadrismo libertario, con una ideologia adeguata in senso antidemocratico a un confuso movimento di protesta e di dispersione”. Questa la conclusione di un lungo articolo di Lucio Lombardo Radice comparso in due puntate nei giorni scorsi sull’Unità, con il titolo: “i nuovi ideologi parigini dell’anticomunismo”. E fu così che l’intellettuale organico del P.C.I. indossò la divisa da sbirro”.

Treviso Mandati di cattura

“Tre nuovi mandati di cattura  emessi dal pretore di Treviso, La Valle, contro il capo del Genio Civile di Treviso, un geometra e il rappresentane della ditta Nuova Chiaia”.

Roma Dati Istat Continua a diminuire l’occupazione nella grande industria

“Continua a diminuire l’occupazione nella grande industria. Secondo alcuni dati fornitoci dall’ISTAT, l’industria manifatturiera ha ridotto dell’1% il numero dei suoi addetti, rispetto allo stesso periodo del ’76. Sono aumentate invece del 66% le ore lavorative (eliminazione di alcune festività). Confermano, i dati, il processo di ristrutturazione capitalistico in atto, di cui una delle parole d’ordine è l’aumento dello sfruttamento, e la diminuzione degli addetti. La politica dei sacrifici funziona !!!”

Milano Alla Magneti Marelli cassa integrazione per 3000 operai

“Alla Magneti Marelli cassa integrazione per 3000 operai. La magneti Marelli per “difficoltà di mercato” ha comunicato che è costretta a ricorrere alla casa integrazione a zero ore per 1500 lavoratori dello stabilimento di Crescensago per un periodo variante dalle 4 alle 8 settimane. Analoghi provvedimenti sono stati chiesti per 300 lavoratori dello stabilimento del gruppo di Torino e per 1200 lavoratori della fabbrica San Salvo di Chieti”.

Roma Aumento prezzo alimentari

“Spiacevoli sorprese a settembre riguardano il prezzo dei generi alimentari. L’assessore all’Annona e il responsabile dell’ unione commercianti parlano solo di normali aumenti. Molti dettaglianti temono invece l’aumento dei prezzi all’ingrosso. Dice Ezio Bompiani segretario generale della Confesercenti “ Saranno i prezzi dei generi alimentari a causare agli italiani spiacevoli sorprese al ritorno dalle ferie” mentre rassicura rispetto agli altri generi di largo consumo”.

Occupazione l’Italia resta il paese con il tasso più basso di occupazione femminile a livello europeo

“L’Italia resta il paese con il tasso più basso di occupazione femminile a livello europeo: solo il 28% della popolazione attiva.

Il dato è stato fornito da una speciale commissione CEE”.

Roma Due manifestazioni contemporanee  per protestare contro la fuga di Kappler

“Due manifestazioni contemporanee a Roma per protestare contro la fuga di Kappler. Una indetta dal comune di Roma e dalla comunità ebraica, e l’altra fissata al termine di una lunga assemblea dal movimento degli studenti. Per tutte e due l’appuntamento era alle 18. Ciò non è stato possibile, perchè a 300 metri dal palco, c’era uno sbarramento di carabinieri e subito dietro il servizio d’ordine del P.C.I. La provocazione poliziesca è stata respinta, il corteo ha deviato e dopo un breve giro per le vie del centro si è sciolto”.

Roma dopo l’invito della Regione a bloccare la costruzione delle centrali nucleari, l’ENEL insiste per la centrale di Montalto

“Dopo l’invito della Regione a bloccare la costruzione delle centrali nucleari, l’ENEL insiste per la centrale di Montalto. L’ENEL dice che la sostanza dell’accordo era già stato raggiunto con il comune e il sindaco aveva già firmato la convenzione. Ma il presidente della Regine Lazio, Santarelli, ha chiesto all’ente, di sospendere i lavori fino a quando la giunta comunale non avrà espresso un voto favorevole, che di fatto ancora non c’è stato. Il fondo mondiale per la natura attacca i rappresentanti del ministero dell’industria che rifiuta di considerare il pericolo per la salute dei cittadini costituito dai reattori nucleari. La proposta del Santarelli è stata accolta favorevolmente dalla Lega antinucleare e dal Partito Radicale che in un comunicato congiunto pervenutoci, affermano “il diritto dovere dei cittadini e dei gruppi politici di disubbidire a leggi palesemente ingiuste e anticostituzionali come la 393” (piano nucleare)”.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: