Il casolare dove fu ucciso Peppino Impastato trasformato in una discarica

fonte Repubblica Palermo

L’appello di Giovanni Impastato da Repubblica.it ha già raccolto tantissime adesioni. “E’ davvero uno scandalo  –  dice  –  che il casolare dove fu ucciso Peppino sia ormai trasformato in una discarica. Provo rabbia ogni volta che torno in quei luoghi di contrada Feudo, a Cinisi, mi sembra un’offesa ripetuta a mio fratello. Ma adesso so che la mia rabbia è condivisa da decine, centinaia, migliaia di persone, che da stamattina continuano a manifestarmi la loro solidarietà. Adesso, so che un’unica voce sta dicendo con forza: “Salviamo la memoria di Peppino, salviamo quel luogo dove un gruppo di assassini ha tentato di mettere fine alla speranza di questa nostra terra. Sono sicuro che Peppino non si sarà rassegnato, neanche nel momento in cui l’aggredivano. Non ci rassegnamo noi alla mafia e all’indifferenza delle istituzioni”.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: